Cardano, Solana, Bitcoin emergono come i sostituti “preferiti” di Ethereum, secondo il sondaggio di Vitalik Buterin

Cardano, Solana, Bitcoin Emerge Ethereum's 'Most Preferred' Substitutes, According To Vitalik Buterin's Poll Il co-fondatore di Ethereum, Vitalik Buterin, è sceso su Twitter poche ore fa per scoprire dalla comunità Ethereum quale sarebbe il loro sostituto “preferito” per ETH. Il curioso cripto-miliardario ha twittato:

“Sondaggio per la comunità Ethereum. Vi svegliate nel 2035, e l’80% di tutte le transazioni + risparmi nel mondo sono in una valuta che non è ETH. Quale preferireste che fosse?”

Buterin elenca Bitcoin, USD, Solana, Cardano, TRON, BNB, CNY e NEO come candidati adatti al sondaggio

Più di mezzo milione di voti si sono riversati al momento della segnalazione, con quasi il 41% dei voti totali a favore di ADA. Altri contendenti vicini sono BTC e SOL, che sono stati la prima scelta per il 39% e il 13% dei votanti, rispettivamente. Tron ha avuto un numero significativo di sostenitori per un totale di quasi la metà di altri 318.000 votanti, seguito da BNB (24%), NEO (24%), e CNY (4%). Il risultato mostra una vera e propria visione della preferenza incrollabile degli utenti per Bitcoin anche dopo 13 anni della sua esistenza.

Il tallone d’Achille di Ethereum

Mentre la sua rete può essere cresciuta in attività, traffico giornaliero e sviluppo, Ethereum deve ancora fare i conti con la realtà dell’impennata delle tariffe del gas. Una singola transazione sulla sua rete principale costa in media 42 dollari secondo CoinMarketCap.

Messo in prospettiva, questo è quasi sei volte superiore alla somma di BTC, SOL, DOGE, BCH, POLY, BSC, Avalanche C-Chain, Arbitrum One (L2), Optimistic Ethereum (L2) ZKSYNC (L2), e LOOP (L2) commissioni di transazione.

Vitalik spera di affrontare presto questo problema introducendo un EIP-1559 multidimensionale, ma ci sono già alcune perdite da contare con i progetti DeFi che si spostano verso i vicini concorrenti, AVAX e SOL.

Inflazione statunitense e Bitcoin

Per l’osservatore medio di criptovalute, il risultato del sondaggio di Vitalik non è una sorpresa. Il successo di Bitcoin ha puramente motivato l’invenzione di Ethereum nel 2015. Anche se è la rete blockchain più frequentata al mondo, in bilico come potenziale pietra angolare dell’accettazione mainstream di Web3, l’enorme disparità di valore tra entrambi gli asset digitali rimane una testimonianza di quanta buona volontà Bitcoin ha costruito nell’ultimo decennio.

Con un’inflazione del 7% che si sta attualmente diffondendo negli Stati Uniti, le statistiche mostrano che un numero crescente di cittadini si sta rivolgendo a beni “ad alto rischio” come il bitcoin per proteggersi dalla perdita di valore. Questo è stato uno status riservato all’oro in passato. Il fallimento del metallo giallo di registrare nuovi guadagni significativi sul retro della tendenza inflazionistica è un indice che è ora l’opzione di copertura meno preferita.

Info su Mattia Lombardi

Mattia Lombardi
Mattia Lombardi, Redattore di dcorp.it, da diversi anni si occupa di scrivere di tematiche di economia e finanza, dal 2016 si è avvicinato anche al mondo delle criptovalute e si occupa di scrivere contenuti legati alle news di questo settore ed affini, soprattutto news su tematiche di interesse del settore e nuove tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *