Come Cambiare Criptovalute e Convertire Bitcoin in Euro

I Bitcoin, così come le altre monete virtuali come l’Etherum, il Litecoin e il Dogecoin solo per citarne alcune, stanno raccogliendo sempre più interesse e siano oggetto di numerosi scambi. Per questo molti si chiedono come si possa fare per convertire le criptovalute in euro. L’operazione è molto veloce, se si seguono queste semplici regole. Scopriamo insieme come fare.

Perchè Cambiare Criptovalute in Euro o Dollari

Come tutti quelli che si stanno appassionando alle monete virtuali sanno, si tratta di valute che non sono legate ai sistemi bancari nazionali, per cui il loro andamento e il valore della singola moneta sono connessi a fattori diversi rispetto a quelli che regolano la finanza tradizionale. Ciò determina delle oscillazioni notevoli: basti pensare che al suo esordio un Bitcoin valeva meno di un centesimo e oggi è arrivato a quasi 30mila euro. Se a questo dato si aggiunge anche che le criptomonete non possono essere prodotte all’infinito, come avviene con la moneta stampata, ma hanno un numero limitato e definito, si capisce perfettamente quanto siano richieste e risulti molto semplice riuscire a venderle per realizzare una immediata liquidità.

Come Cambiare Bitcoin in Euro

Molte persone sono spaventate dalla difficoltà che può presentare l’operazione di cambiare Bitcoin o altre criptomonete in euro. In realtà si tratta di un processo molto semplice, che si può portare avanti attraverso diverse strade. La più nota è quella degli exchange, delle piattaforme nate proprio per la gestione delle criptomonete, che danno la possibilità anche di venderle in modo veloce. Ma è possibile sfruttare a tale scopo anche l’attività di broker specializzati oppure quella messa a disposizione da alcune carte di credito ricaricabili. Infine ci sono gli ATM Bitcoin che sembrano dei classici ATM ma in realtà offrono questa innovativa funzione. 

Gli Exchange

Fra le più famose piattaforme di scambio (e di conseguenza anche di vendita) delle principali criptomonete ci sono sicuramente Coinbase, Binance e Kraken. Con una veloce ricerca online sarà possibile individuarne anche molte altre ma queste tre sono affidabili e sicure, garantiscono la massima protezione dalle truffe e hanno tariffe convenienti. Ad esempio Coinbase prevede una commissione dell’1,49% rispetto all’importo totale della vendita e una piccola fee dello 0,15% se si desidera spostare il denaro ottenuto su un conto corrente. Anche Kraken prevede una commissione di vendita che è dello 0,25% ma ha il limite di consentire la vendita esclusivamente al valore corrente della criptovaluta. 

Wallet-BTC-Coinbase
La Piattaforma Coinbase

I Broker

Un po’ più complesso per chi non lo ha mai fatto è la trasformazione delle monete digitali in euro attraverso l’aiuto dei broker specializzati in questo settore. Ma come funzionano esattamente queste piattaforme? In realtà consentono ai clienti non tanto di vendere direttamente le proprie criptomonete ma di investire sui CFD, ossia i contratti per differenza: si punta sull’aumento del valore del Bitcoin rispetto ad un’altra moneta in un dato periodo. La somma ricavata dall’investimento, pagata in euro, può essere versata direttamente sul proprio conto corrente. Uno dei broker più gettonati è sicuramente eToro che ha pure un’interfaccia semplice e molto intuitiva che può contare su una platea di quasi 10 milioni di clienti, attratti da investimenti veloci. 

Con Carta di Credito Ricaricabile

Chi è alla ricerca di una modalità tanto facile per cambiare le criptovalute in euro può ricorrere all’utilizzo delle carte di credito ricaricabili che nascono proprio con questo scopo, anche se poi possono essere usate con le funzionalità più tipiche di questo strumento finanziario. Il vantaggio di questa metodologia è la sua semplicità perché permette di effettuare tutto in maniera davvero intuitiva attraverso le app messe a disposizione per la gestione della carta stessa. Fra i prodotti di questo tipo consigliati ci sono le carte offerte da Coinbase, Binance e Crypto.com, che hanno costi contenuti e consentono al cliente di poterle sfruttare anche come una classica prepagata, che sostituisce sia quelle di credito classiche che il conto corrente. 

ATM Bitcoin

L’ultimo sistema che gli utenti hanno a disposizione è quello dell’ATM Bitcoin, non uno qualsiasi però ma quelli che sono dedicati all’operazione i trasformazione delle criptomonete in euro. Questa strada, tuttavia, presenta alcuni limiti come ad esempio il fatto che gli ATM abilitati all’operazione sono appena il 10% rispetto a tutti quelli presenti in Italia. Inoltre le commissioni previste non sono convenienti perché sia per il deposito che per il prelievo prevedono costi abbastanza elevati, fra l’8 e il 10% del totale dell’operazione. Infine, per poter sfruttare questo sistema di conversione occorre preventivamente collegare il proprio wallet di criptovalute all’ATM abilitato al servizio. 

Informazioni Utili

Gli esperti del settore nell’ultimo periodo stanno sottolineando come, rispetto a qualche anno fa, le banche d’affari e le aziende di investimento finanziario stiano guardando sempre con maggiore interesse alle criptomonete e ai Bitcoin in particolare, visto che rappresentano quella che ha conosciuto il rialzo più interessante. Anche se non sembra, questa informazione è di fondamentale importanza per i possessori di monete virtuali perché vuol dire che nel futuro prossimo proprio questi colossi del settore si impegneranno per far sì che i sistemi di conversione dei Bitcoin siano sempre più semplici e abbiano commissioni contenute, per evitare di erodere il margine di guadagno. 

Considerazioni Finali

È difficile riuscire a identificare il sistema migliore per cambiare le criptovalute e convertire i Bitcoin in euro perché molto dipende dalle caratteristiche specifiche di ciascun cliente e dalla propensione ad utilizzare le nuove tecnologie. Chi non è molto pratico, sicuramente troverà nelle carte la soluzione più immediata ma se si prende in considerazione il rapporto tra costi e benefici, allora l’exchange è quello destinato a vincere sulla concorrenza. Il consiglio, allora, è quello di analizzare attentamente le proprie esigenze e poi provare più metodi possibili per riuscire a scoprire quale sia quello più adatto ai bisogni singoli.

Info su Veronica Ferretti

Veronica Ferretti
Veronica Ferretti, laurata in Economia Aziendale e da sempre appassionata di scrittura è la direttrice responsabile di dcorp.it. Si occupa di stabilire il piano editoriale quotidiano del sito, distribuire i contenuti da scrivere a i vari redattori, e di revisionare i contenuti prima della pubblicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *