Le Gas Fee di Ethereum diminuiscono mentre la Criptovaluta aumenta di Prezzo

Le Gas Fee di Ethereum sono crollate negli ultimi cinque giorni poiché il prezzo della valuta si avvicina al massimo storico di 4.465 $, raggiungo mercoledì della settimana scorsa. Al momento in cui scriviamo, Ethereum viene scambiato per 4.626 $. La commissione media di transazione è di 37,19 $, segnando una riduzione del 33,5% da martedì, quando la commissione media del gas su Ethereum era di 56 $.

Inoltre, il tasso di hash della rete continua a salire a nuovi livelli. L’hash rate determina la potenza di calcolo della rete. Lunedì, l’hash rate di Ethereum ha raggiunto 812.769 GH/s. Secondo Etherscan, mercoledì quella cifra è salita a un nuovo massimo di 821.207 GH/s.

Ethereum
Ethereum

Quindi ci sono molte nuove cifre su cui ragionare, ma cosa significano? Sebbene il tasso di hash sia aumentato, commissioni di transazione più basse potrebbero indicare una diminuzione della domanda e, mentre il prezzo e la potenza di calcolo di Ethereum potrebbero essere alle stelle in questo momento, un’altra metrica è notevolmente diminuita negli ultimi quattro giorni: il volume degli scambi.

Mercoledì ci sono stati poco più di 21 miliardi di dollari di scambi effettuati su Ethereum. Sabato, quella cifra è scesa in modo significativo: Ethereum ha avuto un volume di scambi di circa 14 miliardi. In quel periodo, Ethereum ha anche perso 10 miliardi di dollari dalla sua capitalizzazione di mercato, che attualmente si aggira intorno ai 534 miliardi di dollari.

Tuttavia, gli stan di Ethereum indicheranno la fiorente scena NFT della rete, un’economia che quest’anno ha attirato marchi familiari come Marvel, Visa e Budweiser, insieme a marchi affermati da NFT, come NBA e il gioco di calcio fantasy Sorare. Il Chicago Mercantile Exchange ha anche annunciato martedì che inizierà a negoziare micro derivati ​​su Ethereum a dicembre, consentendo ai trader di effettuare operazioni molto più piccole di quelle consentite dagli attuali contratti future di Ethereum.

Ethereum sta anche gettando le basi per un importante aggiornamento della rete. Ethereum 2.0 promette velocità significativamente più elevate, tariffe del gas più basse e un’impronta di carbonio molto più ecologica. Alla fine del mese scorso, Ethereum ha aggiornato la sua catena di beacon. L’introduzione dello staking nell’ecosistema Ethereum apre la strada alla “fusione”, una data ancora non confermata in cui Ethereum abbandonerà il suo meccanismo di consenso proof-of-work ad alta intensità energetica per le trappole più verdi di un meccanismo di consenso proof-of-stake.

Quindi la domanda di Ethereum potrebbe essere leggermente diminuita e un tasso di hash più elevato potrebbe aver ridotto il carico sulla rete. Ma le commissioni aumentano e diminuiscono continuamente e c’è ancora molto da aspettarsi su Ethereum.

Info su Mattia Lombardi

Mattia Lombardi
Mattia Lombardi, Redattore di dcorp.it, da diversi anni si occupa di scrivere di tematiche di economia e finanza, dal 2016 si è avvicinato anche al mondo delle criptovalute e si occupa di scrivere contenuti legati alle news di questo settore ed affini, soprattutto news su tematiche di interesse del settore e nuove tecnologie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *