Shiba Inu (SHIB) perde il 27% in un giorno

La “moneta meme” più in voga del momento è stata duramente colpita ieri da un enorme sell-off: Shina Inu, o SHIB, è diminuita di circa il 27% nelle ultime 24 ore, secondo i dati di CoinGecko. SHIB, un token basato su Ethereum che è aumentato di valore di oltre l’800% il mese scorso, era scambiato a $ 0,00004593 al momento della stesura, perdendo più di un quarto del suo valore da ieri.

L’asset è stato un argomento scottante nel mondo delle criptovalute di recente, principalmente perché il suo valore percepito è strettamente legato a un meme di Internet e tuttavia in qualche modo è riuscito a entrare nella top 10 delle più grandi criptovalute per capitalizzazione di mercato. A causa del calo dei prezzi odierno, tuttavia, SHIB è ora uscito dalla top 10, con una capitalizzazione di mercato di soli 27 miliardi di dollari. Nelle ultime 24 ore, i trader hanno scambiato circa 9,6 miliardi di dollari di meme coin.

Shiba Inu
Shiba Inu

SHIB è stata creata come alternativa a Dogecoin, la più grande moneta meme per capitalizzazione di mercato e la criptovaluta preferita del CEO di Tesla Elon Musk. A differenza di DOGE, che ha una propria rete, SHIB funziona su Ethereum, sebbene sia basato sullo stesso cane giapponese che ha ispirato il meme.

Le monete e i token meme come SHIB sono criptovalute basate su meme o celebrità di Internet come alternativa al mondo a volte serio di Bitcoin ed Ethereum. Tendono ad aumentare o diminuire di valore molto rapidamente. SHIB ha ricevuto molta attenzione principalmente perché Musk ha l’abitudine di pompare questo tipo di monete su Twitter.

E alcune persone hanno fatto soldi seri con esso: un titolare di SHIB ha investito $ 8.000 nel token l’anno scorso e ora vale $ 3,9 miliardi al prezzo di oggi. Non un cattivo investimento per una criptovaluta di cui nessuno aveva nemmeno sentito parlare l’anno scorso.

Il fortunato detentore ha spostato i token su diversi portafogli, portando alcuni a credere che stia per venderli per dollari, il che molto probabilmente ha contribuito al calo dei prezzi di oggi.

Info su Edoardo Pellegrini

Edoardo Pellegrini
Edoardo Pellegrini, Redattore di dcorp.it, è laureato in Informatica. Da sempre appassionato di Blockchain e Criptovalute scrive su queste tematiche oltra a lavorare su progetti del settore cripto che operano nel settore della DeFi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *